MOVIDA AD AVERSA. Ecco le nuove regole, multe fino a 500 euro

AVERSA – Il sindaco Enrico de Cristofaro, con una nuova ordinanza n. 199 del 27/10/2016, ha disposto che tutti i pubblici servizi che somministrano alimenti e bevande, ad eccezione di quelli adiacenti all’ospedale civile e alla stazione ferroviaria, dovranno chiudere inderogabilmente entro le 2 di notte.

Entro quell’ora dovranno essere rimossi tavolini, sedie o eventuali altri arredi posti al di fuori dei locali. Vietata in assoluto qualsiasi emissione sonora all’esterno degli esercizi, salvo diversa autorizzazione, mentre per la musica all’interno dei locali, questa dovrà cessare entro la mezzanotte. Per i trasgressori una sanzione amministrativa che va dai 75 ai 450 euro. L’ordinanza, che parte da oggi, tende a regolamentare la movida aversana cercando di venire incontro sia alle esigenze dei cittadini sia a quelle dei commercianti, garantendo così la salute pubblica dai rischi rappresentati dall’inquinamento acustico.

In un incontro con gli esercenti di via Seggio, il sindaco ha illustrato nel dettaglio il nuovo provvedimento chiedendo massima collaborazione agli operatori. Sul territorio ci sarà una maggiore presenza della polizia municipale proprio per accertare che vengano rispettati la nuova ordinanza e il divieto del traffico veicolare che resta fissato dalle 22 alle 2 di notte. In questa occasione è stato poi anticipato la prossima riorganizzazione della Ztl che prevederà anche l’uso delle telecamere per controllare i probabili trasgressori.

Leggi anche