In arrivo ondata di gelo dal Nord Europa. Temporali e temperature in picchiata

Ecco le previsioni e l'andamento meteo per i prossimi giorni. Non si escludono eventuali allerte meteo

REGIONALE – In arrivo una depressione a carattere freddo alimentata da correnti in arrivo dal Baltico su tutta l’Italia.

Raggiungerà il suo massimo proprio nel fine della settimana, 13 e 14 Aprile, portando forti temporali ed un drastico abbassamento delle temperature, con valori decisamente sotto la media stagionale.

L’arrivo del nuovo fronte freddo porterà, anche, nevicate fuori stagione, a partire dalle quote di 1000 – 1400 metri di altitudine.

A destare maggiori preoccupazioni sono proprio i temporali con piogge abbondanti su isole maggiori e regioni tirreniche e soprattutto dal pomeriggio sulle zone interne.

Naturalmente anche la provincia di Caserta sarà attraversata da questa nuova ondata “anomala” di gelo. Il maltempo rimarrà stabile fino a martedi 16 aprile.

Ecco le previsioni di 3B Meteo:

SABATO: insiste una circolazione di bassa pressione sulle nostre regioni. Si preannuncia una nuova giornata instabile con rovesci sparsi e qualche temporale specie durante le ore centrali del giorno anche se non mancheranno al mattino tra Sicilia e Calabria Tirrenica. Temperatrue stabili o in lieve calo, ventilazione tra NE e NO. Mari poco mossi o mossi.

DOMENICA: la circolazione depressionaria, responsabile di deboli piogge nella prima parte del giorno, si allontana favorendo l’ingresso di aria più secca responsabile di schiarite dalla sera. Nello specifico sul litorale settentrionale cieli molto nuvolosi al mattino con deboli piogge. Graduale attenuazione della nuvolosità ed assorbimento dei fenomeni nel corso della giornata; su litorale meridionalepianure settentrionalipianure meridionalisubappennino e sull’Appennino cieli molto nuvolosi o coperti con deboli piogge, in assorbimento dalla sera con schiarite. Temperature minime stabili, con estremi di 6°C; massime in aumento, con punte di 17°C. Venti deboli settentrionali in rotazione ai quadranti sud occidentali; molto deboli settentrionali in attenuazione e in rotazione ai quadranti sud occidentali in quota. Zero termico nell’intorno di 1850 metri. Mare poco mosso.