DUE CASERTANI ARRESTATI PER TENTATO OMICIDIO. Hanno ridotto in fin di vita un 37enne, per un motivo assurdo

CASERTA/BOLOGNA – Stavano fumando una sigaretta sulla banchina della metropolitana B di Bologna, si tratta di due ragazzi originari di Caserta, 27 e 25 anni. Così un uomo di 37 anni, dopo averli visti fumare, ha fatto notare loro che era assolutamente vietato.

Di tutta risposta i due ragazzi si sono avventati sul 37enne con una violenza animalesca prendendolo a calci e pugni fino a farlo svenire.

Ora l’uomo si trova ricoverato in gravi condizioni al Policlinico Umberto I di Roma dove gli sono stati riscontrati un violento trauma cranico, frattura della scatola cranica ed un emorragia celebrale.

I due “animali”, invece, sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio dalla polizia di stato.

Leggi anche