ECCO I DUE CASERTANI ACCUSATI DI TENTATO OMICIDIO. Hanno massacrato di botte un 36enne

MADDALONI/SANT’ARPINO – Si chiamano Antonio Senneca, 25 anni, di Maddaloni già con precedenti e Luigi Riccitiello 27 anni di Sant’Arpino anche lui con precedenti per droga. Questi sono i due giovani arrestati domenica pomeriggio dalla polizia di Stato per il pestaggio di un passeggero della metropolitana di 36 anni, picchiato su un treno della linea B diretta a Rebibbia all’altezza della stazione Bologna.

Il giovane aveva chiesto semplicemente di non fumare nel vagone del treno, invece i due casertani, accusati di tentato omicidio, lo hanno pestato davanti la madre. Quando sono stati bloccati dagli agenti del commissariato Porta Pia, grazie anche alle riprese della videosorveglianza hanno tentato di opporsi agli agenti.

Ora la vittima è stata ricoverata in prognosi riservata al policlinico Umberto I con fratture craniche. Lo stesso è stato sottoposto a un intervento chirurgico: i medici sono ottimisti. Anche la madre del 36enne, una donna di circa 60 anni è rimasta ferita leggermente nella rissa.

Leggi anche