Carabiniere Casertano ferito in una sparatoria. Migliorano le sue condizioni mediche

Dopo l'operazione d'urgenza lascia la terapia intensiva

CASERTA – Il carabiniere Pasquale Casertano, colpito, lo scorso 13 aprile, ad un braccio e ad un fianco a Cagnano Varano, ha lasciato la terapia intensiva.

Nello stesso agguato è morto il maresciallo Vincenzo Di Gennaro. Il responsabile è stato arrestato poco dopo dai carabinieri.

Casertano rimane ricoverato presso il reparto di chirurgia addominale dell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

Le sue condizioni, come riferito dai medici, sono in netto miglioramento. Era stato operato d’urgenza domenica scorsa per un peggioramento del quadro radiologico.

Il primario del reparto di chirurgia addominale, Francesca Bazzocchi, ha estratto il proiettile che si era conficcato vicino all’aorta.