CANONE RAI NON PAGATO. Multa o carcere. Ecco che cosa accade a chi non ha pagato

NAZIONALE – Il termine ultimo per il pagamento del canone Rai era fissato al 31 ottobre di quest’anno, e molti utenti hanno deciso di non pagare avvalendosi di una dichiarazione in cui attestavano di non possedere alcun televisore, oppure semplicemente pagando solo l’importo della bolletta elettrica.

Ma chi non ha provveduto rischia una multa da due a sei volte l’importo evaso, come riportato chiaramente sul portale laleggepertutti.it, inoltre se l’abbonato ha inviato all’Agenzia delle entrate una falsa dichiarazione per affermare di non possedere un televisore, rischia fino a due anni di carcere per il reato di falso ideologico del privato in atto pubblico.

Per evitare la multa è consigliabile pagare l’intera bolletta e poi chiedere il rimborso in base alla motivazione presentata. Il rimborso viene effettuato dalle imprese elettriche con accredito sulla prima fattura entro 45 giorni dalla ricezione delle informazioni da parte delle Entrate.

Leggi anche