Aversa. Arrestato 26enne. IL NOME. Rompe il braccio ad un venditore ambulante

Era intervenuto per difendere il figlio dopo il furto di un panino

AVERSA – Nel pomeriggio del 13 marzo, gli agenti dell’Ufficio diretto dal Primo Dirigente dott. Vincenzo Gallozzi, hanno tratto in arresto Francesco Del Piano, aversano di 26 anni, perché responsabile del reato di lesioni gravi.

Gli agenti operanti, mentre si apprestavano ad uscire dal Commissariato, udivano delle urla provenire dalla strada contigua e avvicinandosi notavano un uomo, successivamente identificato per il Del Piano, che armato di bastone di legno percuoteva violentemente un’altra persona.

Il tempestivo intervento degli operanti consentiva di bloccare l’aggressore che veniva disarmato mentre la vittima veniva soccorsa dal personale sanitario del 118 fatto giungere sul posto.

Presso il locale presidio ospedaliero alla vittima a seguito degli accertamenti medici veniva riscontrata una frattura esposta all’avambraccio sinistro.

Dalle successive indagini emergeva il movente dell’aggressione avvenuta per futili motivi. In particolare, la vittima, venditore ambulante di generi alimentari, dopo aver visto un bambino di circa dieci anni rubare dei panini dal proprio furgone lo colpiva con uno schiaffo.

Dopo qualche minuto sopraggiungevano i parenti del bambino che chiedevano spiegazioni al venditore, al culmine della discussione si avvicinava armato di bastone il Del Piano, padre del bambino, che poneva in essere la violenta aggressione.

Alla luce degli elementi acquisiti, ultimate le formalità di rito, il fermato veniva dichiarato in stato di arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.