Aversa. 40enne truffa 70mila euro di vino. Manomette telefono della banca

Chiuse le indagini da parte della Procura

AVERSATruffa da 70mila euro per uno stock di 18mila bottiglie di vino smascherata dai carabinieri ed orchestrata da un 40enne di Aversa L. P..

La vicenda viene riportata dal Corriere Salentino, il quale descrive la ricostruzione della truffa messa in piedi dal Casertano.

L’uomo avrebbe manomesso l’impianto telefonico della Banca in modo da deviare le telefonate ad altre utenze. Lo scopo era quello di truffare un imprenditore vinicolo di Maglie, il quale telefonava presso l’istituto bancario per avere conferma degli assegni o dei bonifici.

Il sistema è andato avanti fino a quando l’imprenditore non ha sporto denuncia presso i carabinieri, vedendo che i pagamenti non venivano incassati.

L’uomo è indagato per truffa dopo aver ottenuto circa 70mila euro in bottiglie di vino.